L’UFIT, motore della trasformazione digitale dell’Amministrazione federale in Svizzera

Con circa 1200 collaboratori l’UFIT sostiene l’Amministrazione federale in tutti i settori dell’informatica, dal primo contatto con il cliente al prodotto informatico finito. Nella nostra attività quotidiana ci occupiamo di una grande varietà di progetti dei clienti, impieghiamo tecnologie all’avanguardia e utilizziamo metodi e procedure di lavoro agili.

Projekt- und Technologievielfalt im BIT

SwissCovid System

Sistema SwissCovid

COVID-19: quasi nessun’altra parola ha caratterizzato il 2020 quanto il nome del virus che dall’inizio dell’anno scorso tiene con il fiato sospeso numerosi Paesi.

La lotta contro la pandemia è una priorità assoluta anche in Svizzera, gestita con successo: dalla diffusione del coronavirus sono stati fatti notevoli progressi per contenerlo. Una parte di questa strategia è l’app SwissCovid, che permette di interrompere tempestivamente la catena dei contagi e al cui sviluppo l’UFIT ha fornito un contributo determinante.

In collaborazione con l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), il Politecnico federale di Losanna e Ubique, l’UFIT ha lavorato a pieno ritmo per sviluppare un’app di tracciamento dei contatti basata su Bluetooth utilizzando l’API comune di Apple e Google. I nostri sviluppatori hanno creato – in telelavoro – il backend, in particolare il servizio CovidCode e l’applicazione web, che consente ai medici di generare un codice di autorizzazione. L’intero sistema è completamente open source. Il codice sorgente è stato pubblicato dall’UFIT su Github.

Ci sono volute soltanto sette settimane per completare il sistema SwissCovid, che ha fatto della Svizzera il primo Paese ad aver adattato con successo l’interfaccia di programmazione delle due suddette aziende.

Potete trovare maggiori informazioni qui.

SBER

SBER (Swiss Business and Enterprise Register)

Chi esercita un’attività economica in Svizzera? In quali settori operano queste imprese e dove sono domiciliate? Per numerosi uffici federali, Cantoni e altre autorità, queste domande sono fondamentali per poter svolgere il proprio lavoro. Lo «Swiss Business and Enterprise Register» (SBER) assicura che tali informazioni siano centralizzate e facilmente accessibili agli attori interessati.

L’applicazione è stata sviluppata nell’arco di tre anni in collaborazione con l’Ufficio federale di statistica (UFS). Si è deciso di adottare un approccio agile basato sul metodo scrum al fine di promuovere una stretta collaborazione e realizzare il progetto nella maniera più efficace possibile.

Uno degli obiettivi principali era lo sviluppo di un’interfaccia utente intuitiva volta a facilitare l’utilizzo dello SBER. Per conseguire questo obiettivo, gli sviluppatori hanno usato la piattaforma .NET, ricorrendo fra l’altro al framework grafico di WPF.

Lo SBER è stato introdotto con successo nel dicembre del 2018. Tuttavia, il lavoro per l’UFIT è continuato. L’applicazione viene infatti costantemente aggiornata e sviluppata. Sulla base delle esperienze positive acquisite con i metodi di lavoro agili, l’esecuzione di tali attività è stata affidata a un team DevOps appositamente costituito e composto da collaboratori dell’UFS e dell’UFIT. . 

Potete trovare maggiori informazioni qui.

BAG Krebsregister

Registro dei tumori tenuto dall’UFSP

Il cancro è la seconda causa di morte in Svizzera; oltre un quinto della popolazione sviluppa questa malattia prima dei 70 anni. Il registro nazionale dei tumori tenuto dall’UFSP permette una registrazione completa e uniforme di tutte le malattie tumorali in Svizzera, creando la base per una migliore assistenza sanitaria dei pazienti oncologici.

In quanto fornitore di prestazioni TIC dell’Amministrazione federale l’UFIT è stato incaricato di sviluppare il registro impiegando diverse tecnologie open source. Per potersi adeguare in modo rapido e flessibile alle nuove condizioni quadro, i responsabili del progetto hanno optato per un’attuazione agile secondo il framework scrum.

Il registro dei tumori è gestito sull’infrastruttura di servizi cloud dell’UFIT ed è quindi facilmente estendibile e consente di tenere conto di esigenze future. La soluzione globale sfrutta delle applicazioni basate su .NET Core incluse in contenitori ed eseguite sulla piattaforma open source Cloud Foundry. I servizi connessi su un cluster Kubernetes utilizzano varie tecnologie come PostgreSQL per le banche dati o MinIO per l’archiviazione di oggetti.

Per il frontend web si usa il framework Oblique basato su Angula, pubblicato dall’Amministrazione federale come tecnologia open source su Github.

Potete trovare maggiori informazioni qui


Platform as a Service

Piattaforma come servizio (PaaS) sul cloud dell’UFIT «Atlantica»

L’UFIT non offre soltanto prestazioni TIC nel settore dello sviluppo di software, ma con il suo cloud privato «Atlantica», sviluppato internamente, funge anche da fornitore di servizi cloud per l’Amministrazione federale. Attraverso un portale self-service, è possibile ordinare in modo completamente automatizzato servizi virtuali basati su VMware come i server Windows o Linux nonché servizi basati su Cloud Foundry e contenitori come PostgreSQL, RabbitMQ e Cassandra.

Il nostro ambiente PaaS permette a noi e ai nostri clienti di sviluppare, testare e gestire applicazioni in un unico luogo. Questo servizio è utilizzato ad esempio nell’ambito dell’app SwissCovid e del registro dei tumori tenuto dall’UFSP.

La piattaforma Cloud Foundry dell’UFIT ospita attualmente circa 150 organizzazioni, 2000 microservizi e oltre 3000 contenitori; questi numeri stanno aumentanto rapidamente.

SAP

Prima mondiale nell’UFIT: automazione dei test SAP end-to-end

L’automazione dei test riveste un ruolo sempre più importante nello sviluppo dei software e nella gestione operativa (DevOps), anche all’interno dell’UFIT. In quanto fornitore di prestazioni TIC che utilizza metodi di lavoro agili per la realizzazione dei progetti, anche l’UFIT verifica regolarmente i propri prodotti per poter individuare e correggere tempestivamente eventuali errori. L’automazione di questi processi di verifica consente di risparmiare tempo prezioso e ridurre i costi.

Tali automazioni sono possibili con la piattaforma di automazione dei test SAP (SAP TAP), ma per il momento soltanto all’interno dell’ambiente SAP. Lo svantaggio è che non tutte le soluzioni sono basate sul software SAP.

Siamo stati la prima organizzazione al mondo a risolvere questo problema integrando Jenkins e Selenium in SAP TAP come soluzione globale per permettere test automatizzati end-to-end  delle nostre applicazioni SAP e dei sistemi periferici. In collaborazione con specialisti SAP esterni, abbiamo realizzato con successo il relativo «proof of concept». L’UFIT ha fornito in tal modo un importante contributo all’organizzazione DevOps nell’ambiente SAP e in quello non SAP.

KUZU Teaser

In netto aumento il grado di soddisfazione dei clienti

Ogni anno i clienti valutano l’UFIT nell’ambito di un sondaggio dettagliato. I risultati dell’ultimo sondaggio sono incoraggianti: il grado di soddisfazione sia degli utenti che degli specialisti è risultato altissimo. Il 2020 evidenzia un netto aumento del grado di soddisfazione di tutte le categorie di clienti e di tutti i dipartimenti. Gli utenti delle prestazioni di burotica hanno assegnato all’UFIT un numero di punti molto alto per tutte le domande rilevanti ai fini del calcolo dell’indice.

Per il direttore dell’UFIT Dirk Lindemann, i responsi del sondaggio condotto ogni anno tra i clienti sono molto preziosi poiché permettono all’UFIT di adottare le necessarie misure di miglioramento. L’aumento dell’indice mostra che le misure e gli sforzi degli ultimi anni stanno dando i loro frutti e hanno portato a un incremento significativo del grado di soddisfazione dei clienti.

Potete trovare maggiori informazioni qui.